martedì 2 novembre 2010

L'Unione Europea scommette sulla Telemedicina

La Commissione Europea ha annunciato 780 milioni di euro supplementari in favore del progetto "agenda digitale" presentato a maggio di quest'anno. L'iniziativa, mirata a dare un importante contributo alla crescita e alla diffusione dei benefici derivanti dall'era digitale a tutte le fasce sociali, aveva previsto, tra i suoi campi d'azione, anche l'introduzione in tempi brevi della Telemedicina. Per quest'ultima s'intende la trasmissione in tempo reale di informazioni cliniche tramite l'utilizzo di sistemi informatici. I benefici ottenibili da questo nuovo servizio, come le visite mediche online, il monitoraggio delle condizioni di salute dei malati, oltre al migliorare le prestazioni mediche, garantendo una prestazione medica più tempestiva ed efficace, offrono al paziente una libertà di movimento senza precedenti. Quest'importante progetto pare stia andando avanti molto bene.
Le tecnologie dell'informazione e della comunicazione hanno già determinato la metà dell'aumento di produttività in Europa ed è probabile che questa tendenza sia sempre più marcata anche nei confronti della telemedicina. La tecnologia sta diventando sempre più sofisticata e potente, i costi di computer,software e telecomunicazioni si stanno riducendo e cosi anche la complessità del loro utilizzo. La telemedicina sta cosi crescendo in modo esponenziale in Europa e nel nostro paese.


Per maggiori informazioni leggi l'articolo riguardo ai nuovi fondi stanziati dall'Unione Europea o guarda questa brochure.