giovedì 22 dicembre 2011

Social Innovation Europe, la Commissione Europea a cena con Vitaever

In occasione del lancio del nuovo sito della Commissione Europea dedicato all'iniziativa Social Innovation Europe (SIE) vogliamo ripercorrere il progetto "This is European Social Innovation" che ha visto Vitaever protagonista... anche "a cena".

Parte Prima. Il progetto Vitaever è stato scelto nel 2010 dalla Commissione Europea tra dieci esempi per descrivere il concetto di innovazione sociale. L'esperienza è raccontata nella pubblicazione che è visionabile qui.

Parte Seconda. Vitaever ha partecipato insieme agli altri progetti scelti a tre giorni nel Social Innovation Park di Bilbao (settembre 2010). L'intento era dimostrare come un gruppo di innovatori internazionali potesse lavorare insieme e unire le proprie idee in un ipotetico progetto comune. C'erano Italia, Germania, Francia, Turchia, Romania, Danimarca, UK, Portogallo.

Parte Terza. La Commissione Europea ha annunciato i risultati del progetto a marzo 2011 durante due giorni di lavoro a Bruxelles. Tra i partecipanti ci sono stati i Commissari di Industria, Ricerca e Innovazione nonchè il presidente Barroso. La sera del primo giorno si è conclusa nell'affascinante Théàtre de Vaudeville al centro di Bruxelles dove durante la cena sono stati raccontati, davanti ai commissari e ai rappresentandi dell'innovazione europea, quattro progetti che meglio hanno rappresentato il programma. Tra questi Vitaever. Il report finale dell'evento è visionabile qui.

mercoledì 7 dicembre 2011

Vitaever si arricchisce del Supporto tecnico. Sempre più cloud, sempre più supporto.

Abbiamo appena lanciato una nuova suite di prodotti Vitaever, tutti destinati a fornire al cliente un'esperienza unica di supporto. Il prodotti sono sia gratuiti sia a pagamento, online ma anche onsite.

Vitaever Wiki (gratis)
Il contenitore della conoscenza di base, utilissima per trovare informazioni sulle funzionalità principali del sistema con pratiche pagine da leggere o da stampare.

Vitaever web TV (gratis)
E' il canale Vitaever su You Tube, il modo più rapido ed intuitivo per imparare ad usare le funzioni principali o quelle più specifiche di Vitaever osservando video descrizioni fatte passo-passo.

Vitaever Ticket (a pagamento con piani mensili)
E' il servizio di supporto remoto via web o telefono tariffato a piani mensili. Si tratta di un pacchetto opzionale che si può aggiungere a qualsiasi piano Vitaever.

Vitaever supporto On-site (a pagamento con tariffa oraria)
E' il nostro servizio di supporto tecnico presso il cliente.

Per dettagli: 

lunedì 24 ottobre 2011

Convegno Cloud Computing, uno sguardo sulla sanità che verrà

Il 18 ottobre scorso si è svolto presso l'Ospedale di Castelfranco Veneto il primo convegno italiano, ma dai toni internazionali, sul Cloud Computing per la Sanità (del futuro) digitale. Vitaever è stata tra i sostenitori dell'iniziativa e a monte di questa interessante esperienza facciamo alcune considerazioni.
C'è un forte interesse tra gli addetti ai lavori, verso tutto ciò che possa creare innovazione in sanità. Un interesse probabilmente promosso dal momento di crisi che l'Italia sta vivendo e che spinge alla ricerca di soluzioni nuove per ottimizzare la sanità e, a parità di risorse, aumentare il beneficio percepito dal cittadino. Il cloud è una di queste sfide e, come tutte le innovazioni, può esser affrontata con un ruolo attivo, anticipando i tempi, o passivo attendendo che il tutto diventi stabile e largamente adottato. Tuttavia i benefici maggiori sono destinati agli "early adopter", coloro che sperimentano prima degli altri e anticipano l'adozione di una innovazione beneficiando dei vantaggi economici riservati ai primi utilizzatori e competitivi completando l'apprendimento del nuovo quando gli altri saranno ancora nell'incertezza iniziale. 
Uno sguardo al nord europa e un'altro alla Silicon Valley degli USA ha permesso di andare oltre i confini italiani e "prevedere il futuro" osservando cosa succede dove i cambiamenti arrivano prima o dove sono creati. Si è parlato quindi di home care, elderly care e di una sanità che unisce pubblico e privato, traendo da entrambi le risorse migliori per formulare un'offerta integrata per il cittadino e in grado di oltrepassare i confini nazionali. Da Israele è giunto il contributo del cloud alla continuità assistenziale, in particolare nel monitoraggio fuori ospedale di malati cronici (come gli scompensati cardiaci) mentre sono stati italiani gli esempi dell'uso del cloud per analisi di dati sanitari utili a creare modelli decisori o per l'estrapolazione di informazioni da grandi mole di dati.
Tra i punti principali sollevati ci sono la sicurezza delle informazioni, la privacy e la portabilità dei dati fuori dal sistema cloud (assenza di lock-in). Probabilmente è su questi aspetti che si impernierà la sfida tra i diversi sviluppatori dei sistemi cloud, sopratutto per la sanità.
Noi, con Vitaever, faremo buon uso di ciò che è emerso in questo simposio, conferma di quanto stiamo facendo e spinta a contribuire ulteriormente ad anticipare la sanità che verrà.

Ecco cosa hanno detto alcuni media:
- Il Sole 24 Ore (1 novembre 2011)
- Il Sole 24 Ore, Sanità
- ANDknonos (agenzia di stampa)
- DataManager
- Cloud Economy

Presentazioni e registrazioni audio dell'evento:
http://saperi.forumpa.it/story/63471/cloud-computing-la-sanita-digitale

martedì 18 ottobre 2011

Il Sole24Ore Sanità "Cloud computing in sanità: una sfida per migliorare i servizi"

A monte del convegno internazionale sul Cloud Computing in Sanità, il Sole 24 Ore dedica questo articolo a come l'innovazioni tecnologica del cloud possa migliorare l'offerta sanitaria.
Il Sole cita Renato Mason, Direttore generale della ULSS8 che organizza il convegno "il cloud rappresenta un'occasione unica per la pubblica amministrazione, in termini di crescita della qualità" e Burton Lee docente della celebre Stanford University "ormai è fiorente il mercato della Sanità in rete che integra i device mobili con i sensori per la rilevazione dei dati corporei e la rete e il web per inviare i dati al cloud e quindi agli specialisti sanitari".

Leggi l'intero articolo

giovedì 6 ottobre 2011

Primo convegno sul Cloud Computing in Sanità, Ospedale di Castelfranco Veneto, 18 ottobre

Vitaever è tra i sostenitori del convegno Cloud Computing per la Sanità Digitale, in programma il 18 ottobre 2011 a Castelfranco Veneto. Presentato in anteprima durante l'ultima edizione di Forum PA, il convegno si svilupperà in tre sessioni: a Castelfranco Veneto (Treviso, Italia), a Tel Aviv (Israele) e a Bruxelles (Belgio).

Organizzato dall'Ulss 8, tra gli “apripista” del cloud computing e tra le realtà più innovative della sanità italiana, il convegno vuole indagare l'apporto che il cloud computing può dare al mondo della sanità raccontando casi concreti di applicazioni e affrontando le sfide della tecnologia e della protezione dei dati.

“Quale chance può offrire l'esperienza dell'Ulss 8 alle altre aziende sanitarie in termini di sanità digitale? Quale contributo può dare il “cloud computing” per lo sviluppo della sanità digitale in Italia? Quali temi si devono considerare in questa evoluzione dell’ICT delle attività cliniche e dei servizi gestionali di una struttura ospedaliera e di un’azienda sanitaria? Queste sono solo alcune delle tante domande che l’innovazione della sanità digitale pone e a cui cercheremo di dare risposta durante il convegno”, spiega il dottor Mario Po ', direttore amministrativo dell'Ulss 8, tra gli ideatori e organizzatori del Convegno assieme, tra gli altri a, Google Enterprise, Gpi, GE Healthcare, Noemalife e Vitaever.

Per l'Agenda & Registrazione:
http://saperi.forumpa.it/story/63471/cloud-computing-la-sanita-digitale

giovedì 30 giugno 2011

Vitaever a Romascienza: "Il mondo della ricerca di fronte alla sfida dell’innovazione sociale"

Roma 22 Giugno 2011, Città della Scienza.

La quarta edizione della manifestazione “Romascienza” propone un’occasione di confronto sull’innovazione sociale.


Come mai una manifestazione tradizionalmente dedicata a Scienza e tecnologia sceglie di sollecitare ricercatori, operatori del terzo settore e della pubblica amministrazione su questo tema? È innanzitutto un modo per riconoscere la natura sociale di tutti i processi innovativi, partendo dalla consapevolezza che non esiste una razionalità tecnologica che guidi autonomamente i processi innovativi senza fare i conti con vincoli e opportunità di natura sociale, economica, istituzionale, culturale.
Eppure il rapporto tra tecnologia e innovazione sociale non è scontato. Molto spesso, infatti, le imprese e la Pubblica Amministrazione  hanno optato per l’adozione di tecnologia senza innovare nei propri processi, nei propri modelli organizzativi, nel proprio rapporto con bisogni e culture dei cittadini.
Il dibattito sviluppato in Italia e in Europa, di cui il documento “This is European Social Innovation” è un esempio, chiede ora di andare oltre e produrre una nuova cultura dell’innovazione sociale.

Francesco Pannuti (CEO di Vitaever) è sul palco per raccontare la sfida imprenditoriale che vuole cambiare la sanità domiciliare e per spiegare perchè questa è innovazione sociale.

Ascolta l'intervento

Agenda completa della giornata

venerdì 3 giugno 2011

FORUM PA "Tra cloud e assistenza domiciliare. Vitaever allo snodo dell'innovazione sociale."

SAPERI PA racconta l'innovazione sociale del progetto Vitaever in un'intervista a Francesco Pannuti.
Strumento di informazione di FORUM PA, occasione unica di incontro e confronto sull’innovazione tra attori pubblici e privati, SAPERI PA si è recentemente dedicato al tema con il dossier "Tutti pazzi per l’innovazione sociale", che racconta al mondo pubblico ed istituzionale italiano questa nuova forma di innovazione.
Il cloud Vitaever è tra le storie raccontate, bandiera italiana dell'innovazione sociale alla competizione This is Social Innovation della commissione Europea, e perfettamente in sintonia con la spasmodica ricerca del momento di nuovi paradigmi per ottimizzare l'assistenza sanitaria e nuovi strumenti per soddisfare il desiderio di una popolazione desiderosa di vivere bene, anche la vecchiaia, assistiti nella propria casa.

martedì 24 maggio 2011

Vitaever, la Commissione Europea e la Social Innovation

Era a Bruxelles 16-17 Marzo 2011 quando la Commissione Europea ha lanciato il primo programma su Social Innovation dedicata a tutti gli stati membri.

Perchè social innovation ha senso per l'europa?
A spiegarlo sono stati i Directorate-General di Impresa & Industria, Media & Information Society e del Lavoro, a testimonianza del fatto che come tutte le innovazioni anche quella sociale può generare un impatto sull'intera società. Industria e lavoro possono beneficiare della social entrepreneurship, a cui è demandato il compito di creare nuove leve economiche in questo primo scorcio del 2011 che ancora fortemente risente della crisi economica mondiale.

L'incontro di Bruxelles è stato il momento per riparlare di social innovation, dopo la competizione “This is European Social Innovation” e i tre giorni di Bilbao, ma anche il momento per trarre le somme su quali innovazioni sono le più urgenti in Europa e su cui la Commissione dovrebbe investire risorse economiche. Tra i temi più citati c’è stata la sanità, una delle maggiori voci di spesa dell'Unione e in continua crescita per l'invecchiamento della popolazione. Questo settore, come pochi altri, richiede innovazione. "Active aging" è la parola d'ordine di una società che accumula anni sulla carta, ma che vuole rimane giovane e con uno stile di vita dinamico.

Vitaever è stato tra i tre progetti, ed esempi di social innovation, raccontati durante la cena di gala del 16 marzo. 20 immagini hanno testimoniato l'avventura che ha portato l'azienda privata Nethical a sviluppare la tecnologia Vitaever partendo dalle necessità dei pazienti del più grande ospedale europeo di cure palliative a domicilio, quello della Fondazione ANT. Un momento entusiasmante che ha visto l'innovazione italiana, quella anche sociale, protagonista e che ancora una volta testimonia come l'industria "nuova" del nostro paese cerca di farsi strada, lontana dalle polemiche politiche e dallo scarso impegno per favorire l’innovazione dei Governi che si sono alternati negli ultimi 30 anni.

Agenda dell'incontro:
http://ec.europa.eu/enterprise/policies/innovation/files/agenda-social_en.pdf

martedì 3 maggio 2011

Nuova versione di VITAEVER - Scopri ora le novità

Oggi è stato rilasciata la nuova versione di Vitaever. Sotto trovi le principali novità.
L'aggiornamento è immediatamente fruibile e nulla cambia rispetto al modo in cui fino a ieri accedevi a Vitaever.

Se sei un'utente Demo, approfitta per scoprire i nuovi piani "ad accessi" dedicati alle organizzazioni che fanno bassa attività ma hanno un grande numero di assistiti. Scopri i dettagli su www.vitaever.com

PRINCIPALI NOVITA'


Navigazione migliorata & nuovi colori
Migliorata navigabilità del sistema con l'aggiunta di link rapidi alla azioni piu frequenti e nuovi colori per una vista più gradevole.

Ancora più veloce
Aumentata la velocità di caricamento delle pagine, caricando ondemand le risorse necessarie.

Nuove programmazioni in agenda
Adesso si può decidere la frequenza giornaliera che si vuole.

Gestione cartelle cliniche
Adesso è possibile decidere quali cartelle cliniche abilitare tra quelle disponibili (che aumenteranno sempre).

Nuovi piani di abbonamento "ad accessi"
Da oggi, oltre al classico piano "ad assistiti", le organizzazioni che visitano i loro assistiti poche volte all'anno possono scegliere i nuovi piani "ad accessi": numero assistiti infinito e piano legato al volume di attività erogata.
Scopri i dettagli su www.vitaever.com

martedì 22 marzo 2011

SaaSitaly.com apre la categoria Servizi sanitari con Vitaever

SaaSitaly.com (www.saasitaly.com) è il primo database di applicazioni as-a-service fatte in Italia. Il sito ha recentemente aperto al settore sanitario (http://www.saasitaly.com/applicazioni.htm) e nel farlo ha inserito Vitaever come primo esempio di applicazione.

Ecco l'articolo completo:
http://www.saasitaly.com/servsanitariSaaS.htm

martedì 25 gennaio 2011

Antonio Tajani a Confindustria Emilia Romagna parla di Vitaever

Ieri, 24 gennaio, Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea, responsabile per l’Industria e l’Imprenditoria ha fatto il punto sulla scena economica europea insieme agli imprenditori emiliano-romagnoli di Confindustria. Al centro del suo discorso sono stati gli interventi messo in atto dall'europa sui temi industria e sviluppo.

Tajani parlando di innovazione sociale dice "abbiamo creato un gruppo di esperti incaricato di elaborare una definizione del concetto di Innovazione sociale e di premiare i 10 migliori progetti a livello europeo".

Tra questi spicca Vitaever. Tajani stesso continua "sono lieto di annunciarvi che ancora una volta Bologna figura ancora tra i primi della classe con il progetto Vitaever, sviluppato in collaborazione con la Fondazione ANT e la società bolognese di sviluppo software Nethical. Vitaever è un software semplice ed intuitivo col quale organizzare attività di assistenza e prestazioni erogate dal personale operativo, tener traccia di apparecchiature e presidi forniti a domicilio."

Il progetto Vitaever è pertanto raccontato nella pubblicazione "This is Social Innovation" dedicata dalla Comunità europea al concetto di Social Innovation, raccontato appunto attraverso 10 esempi.